Il Sentiero Marconiano si snoda lungo un antico tracciato e congiunge Porretta a Castelluccio attraversando bellissimi borghi con case torri ancora oggi ben visibili, passando proprio per Cà Gennara bed and breakfast. In località Le Croci si trova la casa natale della famiglia di Guglielmo Marconi.
Il sentiero prosegue poi fino al Monte Piella dalla cui vetta si può ammirare una delle più belle vedute su tutta la Valle del Reno in direzione di Bologna.

PERCORSO

Porretta Terme - Rio Fonti - Bivio sent. 101 - Madonna di Palareda - Ca di Ianni - Le Croci - la Torre - Ca Marsili - Gaggiano di Sotto - Gaggiano di Sopra - Castelluccio - Bivio per Terzo - Innesto sent. 107A - Monte Piella.
Difficoltà: E (Escursionistico)

Dislivello: Salita 830 m.

Lunghezza: km 7,8

Durata: 3h e 20m

Il Sentiero Marconiano

bed and breakfast appennino bolognese

Il centro storico di Granaglione è facilmente raggiungibile da Cà Gennara b&b sia in macchina che in autobus. Il crinale su cui è situato offre percorsi semplici e al tempo stesso ricchi di bellezze naturalistiche e storiche, come il Castello omonimo e il Santuario della Madonna di Calvigi.

PERCORSO
Granaglione - Sentiero dell'Arsicc'la - Monte dei Prati (Bivio percorso 103) - Tratto di percorso 103 - Innesto sentiero 133 - Strada per il Monte di Granaglione - Granaglione.
Difficoltà: E (Escursionistico)
Dislivello: salita 410 m - discesa 410 m
Lunghezza: km 4,1
Durata: 2:10 ore

L'Anello di Granaglione

bed and breakfast appennino bolognese

A soli 4 km da Cà Gennara b&b, raggiungibile anche a piedi percorrendo il sentiero CAI 107, si trova la frazione forse più suggestiva del comune di Alto Reno Terme, che racchiude nel suo territorio alcune bellezze storiche, paesaggistiche e naturalistiche davvero imperdibili, l'una a poca distanza dall'altra.

A Castelluccio è possibile visitare il Castello Manservisi, la Chiesa di Santa Maria Assunta, il Santuario della Beata Vergine del Faggio e il Museo Laborantes gestito dalla Pro Loco locale “Il Faggio”.

Castelluccio

bed and breakfast corno alle scale

La Madonna del Faggio nacque, come molti santuari analoghi, con una devozione verso l’immagine in terracotta della Vergine Maria, apparsa secondo la leggenda sotto un grosso faggio. Nel 1670 circa l’immagine venne collocata in una prima struttura in muratura.

La nascita vera e propria è però datata 1772 e il suo nome era Madonna del Rio Scorticato, dal nome della località in cui sorgeva.

Si arriva ad un punto in cui è necessario lasciare la vettura e proseguire a piedi per circa 600 metri in un sentiero che si snoda nel bosco. Accerchiato da faggi e accanto ad un piccolo torrente, si può finalmente vedere il Santuario.

Il Santuario della Madonna del Faggio si trova a 9 km da Cà Gennara b&b facilmente raggiungibile anche a piedi in 2 ore circa.

Santuario della Madonna del Faggio

bed and breakfast appennino tosco emiliano

La borgata di Tresana è costituita da poche case immerse in un antico castagneto e faggeto. Le case in sasso squadrato, i tetti tutti a lastre di pietra (si può ammirare uno dei più grandi tetti di questo tipo presenti nell’Appennino) e i castagni secolari danno a questo luogo un’atmosfera da favola. Borgata di alta quota (930 mt s.l.m) è alle falde del Monte Tresca da cui forse deriva il nome.

Nel percorso verso Tresana non si possono però saltare alcune tappe intermedie. La prima è il Mulino di Tognarino sul Rio Fantino, un gruppo di case nate attorno al vecchio mulino in cui si macinavano le castagne provenienti dai vari essiccatoi della zona. Dal Mulino di Tognarino parte la cosiddetta via dei mulini e un sentiero (il 147A) scende verso il fiume Silla al laghetto di Porchia o più in là al Mulino di Taccaia, passando per il Mulino di Masseré.

Borgo di Tresana è a soli 9 km da Cà Gennara b&b facilmente raggiungibile a piedi in 2 ore circa.

Borgo di Tresana

tresana.jpg

A 15 km da Cà Gennara bed and breakfast, nella valle del torrente Limentra, si distende a 450 m di altitudine, il lago di Suviana: bacino artificiale dovuto all'imponente diga costruita negli anni '30. Unisce verde e azzurro creando atmosfere romantiche e indimenticabili, regalando una pausa dalla frenesia quotidiana. Le due coste del lago sono disseminate di attività. Suggeriamo una visita al Parco Avventura Saltapicchio, per un'esperienza di albering in totale sicurezza destinata a tutta la famiglia. Altra esperienza imperdibile è il giro in barca a vela, canoa, windsurf sul lago. il Centro Velico del lago di Suviana dispone di tutti i servizi necessari per godersi a pieno il lago di Suviana.

Lago di Suviana

bed and breakfast lago di suviana

L’imponente dorsale del Corno alle Scale (1944 m), la cima più alta del Parco e di tutto l’Appennino Bolognese, costituisce l’asse centrale dell’Area protetta; essa prosegue a Nord nel Monte La Nuda (1828 m), mentre verso Est, a dominare la Valle del Silla, si staglia il Monte Gennaio (1812 m). A ridosso dei due principali centri abitati, Lizzano in Belvedere e Vidiciatico, troviamo rispettivamente la boscosa propaggine del Monte Pizzo (1194 m) e il Monte Grande (1531 m). I versanti, che presentano caratteristiche molto diverse nelle due valli, sono in gran parte ammantati dai boschi di faggio che alle quote più alte lasciano il posto al mirtillo ed alle praterie sommitali. Una organizzata rete di sentieri, mulattiere e strade forestali raggiunge gli ambienti più significativi e tutte le cime principali.

Il Parco Regionale Corno alle Scale si trova a circa 20 km da Cà gennara b&b.

Corno alle Scale

bed and breakfast corno alle scale

La Rocchetta Mattei è un castello di grande fascino che si trova presso la località Ponte del Comune di Grizzana Morandi, a circa 18 km da Cà Gennara bed and breakfast ed incanta lo sguardo di chi attraversa questo tratto dell’Appennino Bolognese che la può scorgere percorrendo la Strada Statale 64 della Porrettana. La Rocca fu costruita a metà del XIX° secolo dal Conte Cesare Mattei che ne fece la sua dimora e centro di cure in quanto fondatore della medicina elettromeopatica. La particolarità del castello, costruito secondo un insieme di stili medievale e moresco, caratterizza la Rocchetta Mattei secondo un’impronta orientaleggiante che la distingue come unica nel contesto appenninico. Da Agosto 2015, la parte ristrutturata, è stata riaperta al pubblico.

Rocchetta Mattei

bed and breakfast rocchetta mattei